Categorie
Sardegna Vacanze Attive Vacanze Sportive Viaggi avventurosi Viaggiare

Vivi Intensamente la tua vacanza, impara il Kitesurf a Punta Trettu in Sardegna

Vuoi fare una vacanza piena di adrenalina e vivere ogni istante intensamente? Allora quest’anno potresti optare per una vacanza kitesurf! Adrenalina, mare, relax! Tutto questo a Punta Trettu in Sardegna, uno dei posti migliori per imparare il kitesurf in vacanza!

Perchè fare una vacanza kitesurf?

Si dice che il Kitesurf genera dipendenza perchè si basa su un sistema di ricompensa inaspettata. In pratica genera adrenalina e felicità in modo inaspettato fin dalla prima volta. Un mix di emozioni e sostanze prodotte dal nostro corpo durante la pratica del kitesurf che ci fa diventare dipendenti da questo sport!

“Un premio inatteso ha molto più potere di una ricompensa regolare”.

Se vuoi provare emozioni forti e adrenalina, il kitesurf è quello che fa per te! Per questo ti consigliamo di provare questo fantastico sport! E contrariamente a quanto si possa immaginare, il kitesurf è relativamente semplice da imparare e tutti già alla prima lezione hanno fatto passi da gigante nell’apprendimento!

Dove fare una vacanza Kitesurf?

Il kitesurf è uno sport relativamente nuovo ma negli ultimi anni ha avuto una crescita esponenziale. Ora si possono trovare scuole di kitesurf in quasi tutti i laghi e in tantissime spiagge.

Se al momento non hai la possibilità di fare una vacanza kite, potresti vedere se vicino a casa esiste una scuola di kitesurf.

Se invece hai la possibilità di fare una vacanza e hai voglia di imparare il kitesurf, esistono tanti posti belli sia in italia (Sardegna e Sicilia su tutti) e all’estero (Ffuerteventura e Marocco sono le mete estere più vicine).

Noi di Vivi Intensamente non abbiamo dubbi nel consigliarti Punta Trettu in Sardegna. Punta Trettu si trova nel sud-ovest della Sardegna, di fronte all’isola di Sant’Antioco e all’isola di San Pietro. Più precisamente, si trova in Loc. Matzaccara nel comune di San Giovanni Suergiu.

Punta Trettu sta diventando sempre più famoso tra gli amanti del kitesurf grazie alle sue caratteristiche, uniche per una spiaggia per la pratica del kitesurf a tutti i livelli. Soprattutto, è perfetto per i principianti che vogliono prendere lezioni di kitesurf con sicurezza e facilità di apprendimento garantiti.

In effetti, Punta Trettu è una striscia stretta (trettu) di sabbia ai lati della quale si può praticare il kitesurf in tutta sicurezza grazie all’acqua bassa e ai grandi spazi disponibili anche con un gran numero di kiters.

Il kite spot (è così che si definisce una zona dedicata al kitesurf) di Punta Trettu è è diviso in duezone:

  1. una dedicata ai free-riders,
  2. una dedicata alle scuole di kitesurf e alle lezioni di kite.

Tanti kiters che hanno girato il mondo dicono, a riguardo del Kite Spot di Punta Trettu:

“posto fantastico per il kitesurf! Vento è super costante, l’acqua è piatta e poco profonda. È fantastico allenarsi qui! Niente da invidiare alle lagine brasiliane!”

Caratteristiche del kite spot di Punta Trettu

Punta Trettu è diventato così famoso tra gli amanti del kitesurf grazie alle sue caratteristiche:

  • Il fondale di Punta Trettu è basso e sabbioso: un tale tipo di fondale consente sia ai freerider che ai principianti di fermarsi e alzarsi in qualsiasi momento, durante una sessione o una lezione di kite.
  • L’acqua è piatta e trasparente: ciò rende tutto molto più semplice soprattutto per chi deve imparare. Quando si inizia a fare kite, le onde possono creare diverse difficoltà.
  • Non ci sono ostacoli: l’ampio spazio acqueo di Punta Trettu non ha ostacoli. Per questo motivo la pratica del kitesurf è molto sicura.

Tutte queste caratteristiche fanno di Punta Trettu un paradiso del kitesurf in Europa e una scelta obbligatoria per coloro che vogliono avere il miglior corso di kitesurf in Sardegna.

Quale è il periodo migliore per una vacanza kitesurf e per imparare il Kitesurf a Punta Trettu?

La stagione a Punta Trettu inizia a marzo e dura fino a novembre, con un clima mite e temperature tra 18 e 35 gradi. Le mute che consigliamo di indossare sono 5 mm a marzo / aprile / ottobre / novembre, 3 mm a giugno / settembre e 2 mm a luglio e agosto.

 

I venti migliori a Punta Trettu

Punta Trettu lavora principalmente con Maestrale (NW) e Scirocco (SE), che sono i venti dominanti per tutta la stagione. Grazie alla conformazione morfologica della baia di Punta Trettu, il vento entra perfettamente all’interno della laguna, acquisendo intensità e rimanendo sempre costante e mai rafficato, poiché non ci sono ostacoli.

Nei giorni soleggiati e splendenti, inoltre, c’è un effetto termico può consentire al vento di aumentare la sua intensità anche di 10 nodi in più rispetto alle previsioni di Windguru o Windfinder.

Lo Scirocco è il vento dominante di settembre e ottobre, ma soffia bene solo se le previsioni lo danno molto intenso (coltre i 18 nodi).

 

Che misure di Kite sono consigliate per fare kite a Punta Trettu?

Se sei un esperto ma vuoi comunque effettuare la tua vacanza di kite a Punta Trettu, ti suggeriamo di portare le misure 9 e 12. Con queste due misure, sei coperto per la maggior parte delle condizioni meteo.
A volte vento può essere molto intenso. In tal caso, se non possiedi un kite di misura 7 o 5, dovresti riuscire a noleggiarlo in uno dei centri kite presenti a Punta Trettu, come il Centro Kite Punta Trettu della KiteGeneration.

Insieme alla sua posizione vantaggiosa di cui beneficia la baia, Punta Trettu lavora con tutti i tipi di venti come il Nord-Ovest, l’Ovest, lo Scirocco, il Easterlry e il Sud – ovest. Inoltre, grazie ai venti termici, del Nord-Ovest e dello Scirocco , sei sempre garantito un vento più forte di 5/10 nodi rispetto alle solite aspettative.

 

Categorie
Sardegna Viaggi avventurosi Viaggiare Viaggiare in Italia

Tour in barca a Cagliari: informazioni e consigli utili

Hai mai pensato potesse esistere un posto persino nella città di Cagliari ancora incontaminato e frequentato da turisti di tutte le nazionalità? La Sella del Diavolo a Cagliari è un luogo amato sia dagli abitanti della città che dai turisti a causa della sua incredibile potenzialità turistica: si tratta di un bellissimo monticello che si affaccia sul mare e su cui vengono fatte durante la bella stagione tantissime attività sportive come noleggio sup oppure tour in barca.

Fare un tour in barca a Cagliari è una bellissima esperienza. Esistono diversi tipi di gite che è possibile fare con successo, come ad esempio la gita in barca con apertivo, tour in barca sportivi con ad esempio la possibilità di fare wakeboarding con delle aziende specializzate, tour in barca con snorkeling, per vedere i bellissimi fondali della zona di Cagliari. Tutte tipologie divertenti di escursioni che vi faranno passare dei momenti bellissimi all’aria aperta, provando delle emozioni differenti da una normale escursione.

Altri tipi di servizi che si possono fare alla Sella del Diavolo per turisti o anche solo per cagliaritani alla ricerca di un pomeriggio diverso dal solito sono il noleggio di sup (si fanno dei giri fantastici) oppure le escursioni a piedi alla sella del diavolo dove tra le altre cose è presente anche un insieme di rovine fenice facenti parte di un antico tempio.

Cagliari nella sella del diavolo insomma si riscopre e trova uno spazio dove accogliere turisti e cittadini all’aria aperta all’insegna del mare e della natura. Ps: i tour in barca partono di solito o dal molo di marina piccola o dalla marina di su siccu, vicino alla chiesa di Bonaria.

Un operatore interessante, che offeo servizi attinenti al mare, come il kitesurf, il winsurf è lo snorkeling, è la KiteGeneration, una società che ha sede sia a Cagliari che a Punta Trettu nel sud ovest della Sardegna.

Categorie
Viaggi avventurosi

Fare un viaggio avventuroso a Lanzarote: la terra dei vulcani

Andiamo alla scoperta di Lanzarote

Lanzarote è una delle mete più gettonate dai turisti di tutto il mondo, appartiene all’arcipelago spagnolo delle Canarie e ha ereditato il nome dal navigatore italiano Lanzerotto Malocello, che scoprì l’isola nel 1312 e vi rimase per molti anni. Lanzarote è per buona parte caratterizzata da un paesaggio vulcanico, che domina anche il Parco Nazionale di Timanfaya, principale attrazione turistica dell’isola.

Il capoluogo isolano è Arrecife, cittadina abitata da oltre 50 mila abitanti e ricca di spunti di interesse architettonico. Da non perdere il Castello di San Gabriele, splendida fortezza situata a ridosso del mare, e il centro storico cittadino, ricco di edifici in stile coloniale, fra cui la Chiesa madre di San Gines. Una volta atterrati, si può optare per il noleggio auto a Lanzarote, direttamente in aeroporto e partire alla scoperta dell’isola.

Il parco nazionale Timanfaya

L’area protetta occupa una superficie superiore ai 50 chilometri quadrati e si estende nella zona sud occidentale di Lanzarote. Il parco è caratterizzato dal tipico paesaggio vulcanico, generato dalle numerose eruzioni del Timanfaya, fra cui quelle spettacolari e disastrose del 1730 e del 1736.

Nel 1993 l’UNESCO ha riconosciuto a tutta l’area lo status di “Riserva mondiale della biosfera”, essendo una zona costantemente studiata dagli scienziati a causa dell’intensa attività magmatica presente nel sottosuolo.

Dalla meravigliosa terrazza naturale di Montaña Rajada è possibile ammirare uno spettacolo senza eguali: un’immensa distesa di lava che abbraccia tutto il circondario e si riversa sulla costa, creando forme bizzarre, creste e avvallamenti. Lo spettacolo è unico e l’aspetto lunare del territorio suggerisce un ambiente inospitale. Tuttavia, gli abitanti del luogo col passare del tempo hanno imparato a convivere con questo paesaggio, tanto insolito quanto suggestivo, riuscendo a realizzare estese coltivazioni di pomodori, cipolle, meloni e perfino preziosi vigneti.

Al di sopra di un modesto rilievo situato nel cuore del parco, si erge uno dei suoi simboli, ovvero la scultura di metallo realizzata dall’artista spagnolo Cesar Manrique nota come El Diablo di Timanfaya. Nell’edificio adiacente si trova il Ristorante El Diablo, anch’esso progettato dal celebre artista locale. Qui le pietanze vengono cotte utilizzando il calore sprigionato dai geyser che fuoriescono dal sottosuolo.

La cosiddetta Rotta dei Vulcani è il percorso più suggestivo che si possa compiere per ammirare la bellezza delle Montañas de Fuego che caratterizzano il Parco Nazionale di Timanfaya. I visitatori, dopo aver raggiunto l’isolotto di Hilario, potranno salire sul bus che li condurrà nel cuore del parco, un territorio spettrale modellato dalle colate di lava.

Le altre attrazioni di Lanzarote

Lanzarote non è soltanto il Parco Nazionale di Timanfaya, ma l’intera isola è una continua scoperta, ricca di luoghi suggestivi in grado di lasciare a bocca aperta.

La Cueva de los Verdes è uno dei posti più visitati, un’enorme cavità naturale formata dalle eruzioni del vulcano Monte Corona nella quale si alternano labirinti, corridoi e lagune sotterranee, caratterizzate da colori intensi e acque freddissime.

Nei secoli passati, gli abitanti del luogo erano soliti rifugiarvisi per sfuggire agli attacchi dei corsari che devastavano spesso l’isola.

Oggi, uno degli ambienti più ampi contiene addirittura un auditorium in grado di ospitare quasi mille persone, presso il quale si organizzano numerose manifestazioni musicali. Gli amanti della natura e del mare non potranno prescindere da una tappa presso il Charco de los Clicos, un laghetto verde smeraldo situato a pochi metri dal mare, nel bel mezzo di una spiaggia completamente nera. Il verde intenso delle acque del lago proviene dalla proliferazione delle alghe, favorite dalla presenza di sali minerali di origine vulcanica

Categorie
Viaggi avventurosi

Dove andrei se potessi viaggiare domani: mete dove partire in viaggio

Finalmente avete un po di tempo da dedicare alla vostra passione principale: il viaggio! Domani sareste già pronti a viaggiare eppure non avete idea di che meta scegliere, di che cosa portarvi in valigia o semplicemente in che continente o angolo di terra viaggiare. In questo caso leggere questa piccola guida di viaggio potrebbe essere una soluzione davvero niente male da considerare! Vediamo le mete di viaggio che ti consiglio in base alla mia idea personale di viaggio e alle voglie della giornata in questo elenco.

Viaggiare domani a Cartagine: la tunisia terra della storia e dei sogni

Prescindendo dal fatto che la Tunisia è una terra stupenda e piena di posti incantevoli, il sito archeologico di Cartagine è un sito da visitare assolutamente situato nei pressi della presente città di Cartagine (appunto in Tunisia) e dichiarata ufficialmente patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1979.

Cartagine, con le sue rovine storiche, è dominata dalla collina di Byrsa (che era il centro della città punica un tempo ormai lontano). Oggi si distinguono le rovine per l’imponente sagoma della cattedrale di St. Louis costruita alla fine del XIX secolo, presunto luogo della tomba del re Luigi IX di Francia (Saint Louis), che vi morì durante lo svolgimento della sanguinosa ottava crociata. Vicino alla cattedrale, davanti alla tomba vuota i cui resti sono stati rimpatriati in Francia, vi sono anche i resti della zona più importante della città dove si riuniva spesso la popolazione. Restano solo ormai un paio di fondamenta e vari frammenti di colonne, ma il potere dell’antica Cartagine può ancora essere percepito dal visitatore.

Viaggiare domani e svegliarsi a Calcutta

Calcutta o KolkataNote è la più grande città nella parte orientale dell’India e sicuramente può essere la meta giusta da scegliere per chi voglia fare un viaggio strepitoso. Calcutta è la capitale del Bengala Occidentale, situata sulla sponda sinistra del fiume Hooghly; la città di Calcutta conta decine di milioni di abitanti, il che rende questa la terza città più grande dell’India dopo le città di Delhi e Mumbai, oltre che 14 ° nel mondo proprio per numero di vistatori. La città è situata nella regione del delta del Gange e in gran parte costruita su ex terreno paludoso; il suo clima monsonico provoca forti precipitazioni e periodi di caldo estremo che male possono essere sopportati all’aria aperta troppo tempo, rinforzati da un inquinamento atmosferico elevato. Eppure nonostante questo è una delle mete di viaggio più esotiche e affascinanti che io abbia mai visto.

Partire in Italia e viaggiare domani a Roma

Roma come ben saprete è la capitale ufficiale dello stato italiano e sicuramente non c’è neanche bisogno di spiegarla: con tutti i monumenti storici e le incredibili storie che si sono susseguite nei secoli, i musei, le piazze ed i luoghi da grande metropoli quale essa è, Roma si conferma una meta turistica affascinante e intramontabile.

Conclusioni:

Vi ho detto le prime 3 città in cui sarei voluto partire domani stesso (cosa che temo invece non accadrà); se voi poteste partire domani invece dove andreste di bello?

Categorie
Viaggi avventurosi

Perchè fare un viaggio avventuroso: i 5 motivi migliori

Siamo un portale che propone gli sport estremi e le esperienze di vita più belle in viaggio e cerchiamo sempre di spronare i nostri lettori a viaggiare, col corpo e con la mente, per aprirsi e conoscere nuove realtà e le incredibili culture che il nostro pianeta ha la fortuna di ospitare. È possibile fare viaggi avventurosi sia che si prenda in considerazione l’idea di viaggiare lontano rispetto a dove si sta sia pensando a fare nuove cose nella stessa zona e regione in cui ci si trova, ad esempio facendo kitesurf rimanendo in Italia viaggiando in Sardegna oppure fare un giro lungo delle coste italiane o della propria regione (se si confina col mare) a bordo di una moto o di un auto.

Le idee insomma non mancano mai e noi di sicuro non possiamo aspettare oltre le prossime ferie per ripetere il nostro viaggio, lontano o vicino che sia.

Vediamo adesso perché fare un viaggio avventuroso, con i 5 migliori motivi.

  1. Aprire la propria mente
  2. Fare un’esperienza innovativa fuori dal comune
  3. Ricordarsi l’adrenalina e rimettere fiamma al vostro spirito selvaggio
  4. Riscoprirsi
  5. Capirsi

Se hai altre motivazioni che secondo te possono portare a desiderare un viaggio avventuroso e vuoi condividerle con noi semplicemente lascia un commento a questo articolo sul nostro sito web, saremo felici di aggiungerlo!

Categorie
Viaggi avventurosi

Fare un viaggio a Usinavà in Sardegna: informazioni e suggerimenti utili

Usinavà si raggiunge dalla periferia nord di Budoni, prendendo la strada che si diparte dalla strada statale 125 orientale sarda, e proseguendo per le frazioni di Brunella, Talavà, Su Cossu e Sos Rios; ancora per 1,5km fino al fabbricato di servizio della foresta demaniale. È raggiungibile anche dall’abitato di Torpè, attraverso la strada che porta al lago artificiale sul Rio Posada, proseguendo per Talavà e da qui lungo il percorso sopraindicato.

La foresta di Usinavà, ricada interamente nel territorio del Coune di Torpé e la sua acquisizione all’Ente Foreste dello Stato risale agli anni 60. La morfologia del territorio ed i paesaggi sono fortemente caratterizzati dal substrato geologico rappresentato da graniti paleozoici di colore rosa, grigio-chiaro o bianco, modellati dagli agenti atmosferici in forme bizzarre e suggestive. La vegetazione è rappresentata da boschi di leccio e sopratutto da macchie e garighe.

Lungo i corsi d’acqua di ritrovano invece formazioni riparie costituite prevalentemente da salici e tamerici. La fauna è ricca e varia: oltre al muflone, da tempo reintrodotto nell’area, sono presenti l’acquila reale, la poiana, la pernice sarda, il gatto selvatico, la martora, la donnola, la lepre sarda.

Categorie
Viaggi avventurosi

7 motivi validi per fare un viaggio avventuroso e partire domani stesso

Perché iniziare a viaggiare? Se vuoi scoprire 7 cose sul viaggio avventuroso che non hai mai fatto e che vuoi ancora fare allora devi leggere questo articolo e scoprire perché vale la pena viaggiare e andare lontano.

1. Viaggiare è più facile di quanto si pensi.

Putroppo crediamo che in giro per il mondo non sia tanto facile girare senza avere problemi: in realtà è qualcosa che tutti dovrebbero essere in grado di fare almeno una volta nella loro vita. Se si sceglie di trascorrere un paio di anni o solo un paio di mesi a viaggiare in questo bellissimo pianeta, dove esistono tantissime nazioni e tantissime culture, è importante vedere cosa c’è là fuori e capire che se ne fa parte. Sta poi a voi rendere il sogno realtà e fare il primo passo verso il vostro viaggio.

2. Viaggiare ti apre e ti fa guardare con occhi diversi la realtà

Se siete aperti e disponibili, un viaggio vi farà diventare un essere umano incredibilmente ancora più a tutto tondo. Questo è il vero obiettivo di un viaggio avventuroso, non è vero? Se non sai da dove cominciare puoi controllare i nostri articoli che forniscono diversi spunti su dove andare in viaggio.

3. Viaggiare ti aiuterà a imparare chi sei davvero

Tutte le sfide e le opportunità di un viaggio pongono ai vostri piedi la nostra vera identità e permettono di scoprire chi sei in un modo che è possibile capire solo quando si è sulla strada.

4. Viaggiare crea relazioni significative e nuovi contatti

Le persone si incontrano mentre camminano sulla strada di un viaggio comune e spesso alcuni dei nomi più apprezzati nella tua lista contatti potrebbero derivare proprio dai tuoi viaggi. Le persone conosciute in viaggio sono fuori tua cerchia di amici della città natale e ti costringono a prendere prospettive nuove e rinfrescanti.

5. Viaggiare sviluppa abilità che non sapevi di avere

A volte basta solo andare lontano da casa per renderti conto di avere tutte le competenze che non hai mai usato. Potresti imparare nuove lingue oppure riprendere a parlarne una che hai già studiato nel corso del viaggio.

6. Il viaggio ti aiuta a imparare nuove cose

Quando si viaggia si scoprono sempre nuove cose e nuovi usi e costumi derivanti da diverse popolazioni; potresti tornarne davvero arricchito e portarti sempre con te questa nuova ricchezza!

7. Viaggiare significa vivere un’avventura

Se finalmente vuoi vivere un’avventura e smettere la tua solita routine allora un viaggio è proprio quello di cui hai bisogno, per poter andare lontano col corpo e con la mente dalla realtà banale di tutti i giorni.

Categorie
Viaggi avventurosi

Viaggi avventurosi in Giappone: vacanze nel paese dei fiori di ciliegio

Se cerchi un posto dove fare viaggi avventurosi sicuramente il Giappone può offrirti alcune opportunità davvero interessati e che ti permetteranno di crescere interiormente davvero tanto. Vediamo in questo articolo una panoramica approfondita del territorio Giapponese e alcune delle località avventurose dove viaggiare.

Il Giappone ha un totale di 6.852 isole che si estendono lungo la costa del Pacifico dell’Asia orientale ed è anch’esso stesso un’isola. Il paese, tra cui tutte le isole da essa controllate, si trova tra le latitudini geografiche di 24 ° e 46 ° N, e la longitudine compresa fra 122 ° e 146 ° E. Le isole principali del Giappone, elencando da nord a sud, sono Hokkaido, Honshu, Shikoku e Kyushu. Le isole Ryukyu comprendono Okinawa e sono una catena che inzia a sud di Kyushu. Insieme, tutti questi arcipelaghi di isole, sono noti come “l’arcipelago giapponese”.

Vediamo altri dati in merito: circa il 73 per cento del Giappone è coperto da foreste, montagne, e da terreni non adatti all’uso agricolo, industriale o residenziale. Di conseguenza, le zone abitabili situate principalmente nelle zone costiere hanno una densità di popolazione estremamente elevate. Per questo motivo il Giappone è uno dei paesi più densamente popolati al mondo e per chi vuole fare dei viaggi avventurosi che ricordino il Giappone medievale è meglio spingersi verso le zone interne, meno popolate e più selvagge oppure dedicarsi ai vulcani nelle varie isole.

Le isole del Giappone si trovano in una zona vulcanica sull’anello di fuoco del Pacifico. Queste sono principalmente il risultato di ampi movimenti oceanici che si verificano nel corso di centinaia di milioni di anni a partire dalla metà del periodo Siluriano sino al Pleistocene a causa della subduzione della Placca delle Filippine sotto la Placca dell’Amur continentale e di Okinawa a sud, oltre che la subduzione della placca del Pacifico sotto la placca di Okhotsk a nord. Il Boso Triple Junction al largo delle coste del Giappone è una tripla giunzione in cui le placche nordamericane, la placca del Pacifico e la Placca delle Filippine si incontrano. Il Giappone era originariamente associato alla costa orientale del continente eurasiatico ma le piastre subduzione di questo paese spingono verso l’est del Giappone, aprendo il Mar del Giappone stesso circa 15 milioni di anni fa.

Scopri tutte le isole del Giappone dove fare viaggi avvenutrosi:

Prima di tutto le isole del giappone a Nord:

Sono le 4 isole Curili contese con la Russia

  • Etorofu
  • Habomai
  • Kunashiri
  • Shikotan

Isole nel Mar del Giappone

  • Rocce di Liancourt (contese con la Corea del Sud)
  • Oki
  • Okushiri
  • Rishiri
  • Rebun
  • Sado
  • Terui
  • Isla Todo
  • Yagishiri

Isole nell’Oceano Pacifico

  • Isole Izu
  • Aogashima
  • Hachijō
  • Izu Ōshima
  • Kōzu
  • Miyake
  • Mikura
  • Niijima
  • Shikine
  • Toshima
  • Isole Ogasawara
  • Chichi
  • Haha
  • Iwo
  • Minami Torishima
  • Okino Torishima
  • Enoshima

Isole nel Mare Interno di Seto

  • Awaji
  • Etajima
  • Itsukushima (anche nota come “Miyajima”)
  • Shōdoshima

Isole attorno Kyushu

La maggior parte nel Mar Cinese orientale:

  • Amakusa
  • Isole Gotō
  • Hirado
  • Hashima
  • Iki
  • Koshiki
  • Tsushima

Isole Ryukyu

  • Isole Amami
  • Amami Ōshima
  • Isole Ōsumi
  • Yaku
  • Tanegashima
  • Isole di Okinawa
  • Isola di Okinawa
  • Isole Sakishima
  • Isole Miyako
  • Miyako
  • Isole Yaeyama
  • Iriomote
  • Ishigaki
  • Isole Senkaku (contese con Cina e Taiwan)

Isole artificiali

  • Chubu Centrair International Airport
  • Dejima
  • Kansai International Airport
  • Aeroporto di Kobe
  • Odaiba
  • Isola Port
  • Isola Rokko

Il Giappone è davvero un posto stupendo dove fare dei viaggi avventurosi e secondo la nostra opinione è il caso di visitarlo se state cercando un posto dove l’asia sia presente e la cultura sia molto differente dalla nostra, sebbene ormai la globalizzazione ha avuto modo di accomunare molte caratteristiche, come vederete durante il viaggio.